Archivi categoria: Esercizi spirituali

Per articoli in occasione di pellegrinaggi, esercizi spirituali, ritiri, …

“Esercizi Spirituali in tempo di grazia”

la gioia cristiana più virale del covid-19

introduzione

(ogni giorno questa pagina  sarà integrata da padre Massimo, con riflessioni e suggerimenti per la preghiera)

2020-03_19_Esercizi_Spirituali_in_tempo_di_grazia_pMG_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

20/10° giorno Esercizi Spirituali n. 2 – «… Chi è generato da Dio preserva se stesso …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  5, 18 (20)

Sappiamo che chiunque è nato da Dio non pecca: chi è nato da Dio preserva se stesso e il maligno non lo tocca..

Sappiamo anche che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l’intelligenza per conoscere il vero Dio. E noi siamo nel vero Dio e nel Figlio suo Gesù Cristo: egli è il vero Dio e la vita eterna.

2020-04-07_10_giorno_Esercizi_Spirituali_n_2_Chi_e_generato_da_Dio_preserva_se_stesso.mp3

1 giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «…  chi crede nel Figlio ha questa testimonianza in sé …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni 5, 5-13

E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio. Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha reso a suo Figlio. E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio. Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita. Questo vi ho scritto perché sappiate che possedete la vita eterna, voi che credete nel nome del Figlio di Dio.

2020-04-06_9_giorno_Esercizi_Spirituali_chi_crede_nel_Figlio_ha_questa_testimonianza_in_se.mp3

1 giorno Esercizi Spirituali n. 2 – «…  L’Amore che è in me (Sta) in Lui che ha amato me per primo…».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  4, 8-9

Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato l’amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perché noi avessimo la vita per lui.

2020-04-05_18_giorno_Esercizi_Spirituali_n_2_l_amore_che_e_in_me_sta_in_Lui_che_ha_amato_me_per_primo

1 giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «… Dio è Amore … anche noi dobbiamo amarci gli uni gli altri…».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  4, 8-9

Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato l’amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perché noi avessimo la vita per lui.

2020-04-04_17_giorno_Esercizi_Sirituali_n_2_Dio_e_Amore_anche_noi_dobbiamo_amarci_gli_uni_gli_altri.mp3

1 giorno Esercizi Spirituali n. 2 – «… Il cuore non ti rimprovera quando hai fiducia in Lui …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  3,17-20

Ma se uno ha ricchezze di questo mondo e vedendo il suo fratello in necessità gli chiude il proprio cuore, come dimora in lui l’amore di Dio? Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma coi fatti e nella verità. Da questo conosceremo che siamo nati dalla verità e davanti a lui rassicureremo il nostro cuore qualunque cosa esso ci rimproveri. Dio è più grande del nostro cuore e conosce ogni cosa.

2020-04-03_16_giorno_Esercizi_Spirituali_n_2_Il_cuore_non_ti_rimprovera_quando_hai fiducia_in_Lui.mp3

1 giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «… il germe divino che è in te è legato al Suo amore eterno …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  3, 3-10

Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro. Chiunque commette il peccato, commette anche violazione della legge, perché il peccato è violazione della legge. Voi sapete che egli è apparso per togliere i peccati e che in lui non v’è peccato. Chiunque rimane in lui non pecca; chiunque pecca non lo ha visto né l’ha conosciuto. Figlioli, nessuno v’inganni. Chi pratica la giustizia è giusto com’egli è giusto. Chi commette il peccato viene dal diavolo, perché il diavolo è peccatore fin dal principio. Ora il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo. Chiunque è nato da Dio non commette peccato, perché un germe divino dimora in lui, e non può peccare perché è nato da Dio. Da questo si distinguono i figli di Dio dai figli del diavolo: chi non pratica la giustizia non è da Dio, né lo è chi non ama il suo fratello.

2020-04-02_15_giorno_Esercizi_Spirituali_n_2_il_germe_divino_che_e_in_te_e_legato_al_Suo_amore_eterno.mp3

1 giorno Esercizi Spirituali n. 2 – «… la fede  è non tanto sapere qualcosa, piuttosto camminare nella luce …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  2, 3-11

Da questo sappiamo d’averlo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. Chi dice: “Lo conosco” e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui; ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui. Chi dice di dimorare in Cristo, deve comportarsi come lui si è comportato. Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto fin da principio. Il comandamento antico è la parola che avete udito. E tuttavia è un comandamento nuovo quello di cui vi scrivo, il che è vero in lui e in voi, perché le tenebre stanno diradandosi e la vera luce già risplende. Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello, dimora nella luce e non v’è in lui occasione di inciampo. Ma chi odia suo fratello è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi.

2020-04-01_14_giorno_esercizi_spirituali_n_2_la_fede_e_non_tanto_sapere_qualcosa_piuttosto_camminare_nella_luce .mp3

1 giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «… rimanere nella  comunione  con il Padre il Figlio e lo Spirito Santo …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  2, 24-27

Quanto a voi, tutto ciò che avete udito da principio rimanga in voi. Se rimane in voi quel che avete udito da principio, anche voi rimarrete nel Figlio e nel Padre. E questa è la promessa che egli ci ha fatto: la vita eterna. Questo vi ho scritto riguardo a coloro che cercano di traviarvi. E quanto a voi, l’unzione che avete ricevuto da lui rimane in voi e non avete bisogno che alcuno vi ammaestri; ma come la sua unzione vi insegna ogni cosa, è veritiera e non mentisce, così state saldi in lui, come essa vi insegna.

2020-03-31_13_giorno_esercizi_spirituali_n_2_rimanere_nella_comunione_con_il_Padre_il_Figlio_e_lo_Spirito_Santo .mp3

1giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «…  Illuminati dalla luce, possiamo rompere con il peccato …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  1, 5-10;  2, 1-2

Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che ora vi annunziamo: Dio è luce e in lui non ci sono tenebre. Se diciamo che siamo in comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, mentiamo e non mettiamo in pratica la verità. Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato. Se diciamo che siamo senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. Se riconosciamo i nostri peccati, egli che è fedele e giusto ci perdonerà i peccati e ci purificherà da ogni colpa. Se diciamo che non abbiamo peccato, facciamo di lui un bugiardo e la sua parola non è in noi.

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo giusto. Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

2020-03-30_12_giorno_esercisi_spirituali_n_2_pMG_Illuminati_dalla_luce_possiamo_rompere_con_il_peccato.mp3

1 giornoEsercizi Spirituali n. 2 – «…  la gioia piena è il principio di tutto …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  1, 1-4

Ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita  (poiché la vita si è fatta visibile, noi l’abbiamo veduta e di ciò rendiamo testimonianza e vi annunziamo la vita eterna, che era presso il Padre e si è resa visibile a noi),  quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi. La nostra comunione è col Padre e col Figlio suo Gesù Cristo.  Queste cose vi scriviamo, perché la nostra gioia sia perfetta.

2020-03-29_11_giorno_esercizi_spirituali_n_2_pMG_la_gioia_piena_e_il_principio_di_tutto.mp3

10° giorno – «…  la fiducia che abbiamo in Lui è invincibile …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  5, 14-15

Questa è la fiducia che abbiamo in lui: qualunque cosa gli chiediamo secondo la sua volontà, egli ci ascolta. E se sappiamo che ci ascolta in quello che gli chiediamo, sappiamo di avere già quello che gli abbiamo chiesto.

2020-03-28_10_giorno_pMG_la_fiducia_che_abbiamo_in_Lui_e_invincibile.mp3

giorno – «…  chi crede nel Figlio di Dio ha questa testimonianza …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  5, 5-13

E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità. Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza: lo Spirito, l’acqua e il sangue, e questi tre sono concordi. Se accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è maggiore; e la testimonianza di Dio è quella che ha dato al suo Figlio. Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha dato a suo Figlio. E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna e questa vita è nel suo Figlio. Chi ha il Figlio ha la vita; chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita. Questo vi ho scritto perché sappiate che possedete la vita eterna, voi che credete nel nome del Figlio di Dio.

2020-03-27_9_giorno_pMG_chi_crede_nel_Figlio_di_Dio_ha_questa_testimonianza .mp3

giorno   –   «…  in questo l’amore ha raggiunto in noi la sua perfezione,  che abbiamo fiducia nel giorno del giudizio …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  4, 17-21

Per questo l’amore ha raggiunto in noi la sua perfezione, perché abbiamo fiducia nel giorno del giudizio; perché come è lui, così siamo anche noi, in questo mondo. Nell’amore non c’è timore, al contrario l’amore perfetto scaccia il timore, perché il timore suppone un castigo e chi teme non è perfetto nell’amore. Noi amiamo, perché egli ci ha amati per primo. Se uno dicesse: “Io amo Dio”, e odiasse il suo fratello, è un mentitore. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. Questo è il comandamento che abbiamo da lui: chi ama Dio, ami anche il suo fratello.

2020-03-26_8_giorno_in_questo_l_amore_ha_raggiunto_in_noi_la_sua_perfezione___.mp3

giorno   –   «…  chi non ama non ha conosciuto Dio …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  4, 7-12

Carissimi, amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio: chiunque ama è generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo si è manifestato l’amore di Dio per noi: Dio ha mandato il suo unigenito Figlio nel mondo, perché noi avessimo la vita per lui. In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati. Carissimi, se Dio ci ha amato, anche noi dobbiamo uni gli altri. Nessuno mai ha visto Dio; se ci amiamo gli uni gli altri, Dio rimane in noi e l’amore di lui è perfetto in noi.

2020-03-25_7_giorno_pMG_chi_non_ama_non_ha_conosciuto_Dio.mp3

giorno   –   «…  Chiunque rimane  in Lui non pecca …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  3, 3-10

Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro. Chiunque commette il peccato, commette anche violazione della legge, perché il peccato è violazione della legge. Voi sapete che egli è apparso per togliere i peccati e che in lui non v’è peccato. Chiunque  rimane in lui non pecca; chiunque pecca non lo ha visto né l’ha conosciuto. Figlioli, nessuno v’inganni. Chi pratica la giustizia è giusto com’egli è giusto. Chi commette il peccato viene dal diavolo, perché il diavolo è peccatore fin dal principio. Ora il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo. Chiunque è nato da Dio non commette peccato, perché un germe divino dimora in lui, e non può peccare perché è nato da Dio. Da questo si distinguono i figli di Dio dai figli del diavolo: chi non pratica la giustizia non è da Dio, né lo è chi non ama il suo fratello.

2020-03-24_6_giorno_pMG_chiunque_rimane_in_lui_non_pecca.mp3

giorno   –   «…  quale grande amore, per essere realmente  figli  di  Dio …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  3, 1-2

Vedete quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! Per questo il mondo non ci conosce: perché non ha conosciuto lui. 2Carissimi, noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.

2020-03-23_5_giorno_pMG_quale_grande_amore_per_essere_realmente_figli_di_Dio.mp3

giorno – «… chi invece osserva la Sua Parola , in lui l’amore di Dio è  veramente perfetto …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  2, 3-11

Da questo sappiamo d’averlo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti.  Chi dice: “Lo conosco” e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui;  ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui.  Chi dice di dimorare in Cristo, deve comportarsi come lui si è comportato.  Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto fin da principio. Il comandamento antico è la parola che avete udito.  E tuttavia è un comandamento nuovo quello di cui vi scrivo, il che è vero in lui e in voi, perché le tenebre stanno diradandosi e la vera luce già risplende.  Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre.  Chi ama suo fratello, dimora nella luce e non v’è in lui occasione di inciampo.  Ma chi odia suo fratello è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi.

2020-03-22_4_giorno_pMG_chi_invece_osserva_la_Sua_Parola_in_Lui_l_amore_di_Dio_e_veramente_perfetto.mp3

giorno – «… rimanere in quello che abbiamo udito da principio: la comunione con il Padre e il Figlio …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni  2, 24-27

Quanto a voi, tutto ciò che avete udito da principio rimanga in voi. Se rimane in voi quel che avete udito da principio, anche voi rimarrete nel Figlio e nel Padre.  E questa è la promessa che egli ci ha fatto: la vita eterna.  Questo vi ho scritto riguardo a coloro che cercano di traviarvi.  E quanto a voi, l’unzione che avete ricevuto da lui rimane in voi e non avete bisogno che alcuno vi ammaestri; ma come la sua unzione vi insegna ogni cosa, è veritiera e non mentisce, così state saldi in lui, come essa vi insegna.

2020-03-21_3_giorno_pMG_rimanere_in_quello_che_abbiamo_udito_da_principio_la_comunione_con_con_il_Padre_e_il_Figlio.mp3

giorno – «… illuminati  dalla  luce,  possiamo  rompere  con  il  peccato …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni 1, 5-10 / 2, 1-3

Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che noi vi annunciamo: Dio è luce e in lui non c’è tenebra alcuna. Se diciamo di essere in comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, siamo bugiardi e non mettiamo in pratica la verità. Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, il Figlio suo, ci purifica da ogni peccato.
Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi. Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto tanto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità. Se diciamo di non avere peccato, facciamo di lui un bugiardo e la sua parola non è in noi.

Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; ma se qualcuno ha peccato, abbiamo un Paràclito presso il Padre: Gesù Cristo, il giusto. È lui la vittima di espiazione per i nostri peccati; non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

2020-03-20_2_giorno_pMG_Illuminati_dalla_Luce_possiamo_rompere_con_il_peccato_.mp3

giorno – «… perché la vostra gioia sia piena …».

Re celeste, Paraclito, Spirito della verità, tu che ovunque sei e tutto riempi, tesoro dei beni ed elargitore di vita, vieni e poni in noi la tua dimora purificaci da ogni macchia e salva, o buono le anime nostre

Prima lettera di Giovanni 1, 1-4

Quello che era da principio, quello che noi abbiamo udito, quello che abbiamo veduto con i nostri occhi, quello che contemplammo e che le nostre mani toccarono del Verbo della vita – la vita infatti si manifestò, noi l’abbiamo veduta e di ciò diamo testimonianza e vi annunciamo la vita eterna, che era presso il Padre e che si manifestò a noi – quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunciamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi. E la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo.  Queste cose vi scriviamo, perché la nostra gioia sia piena.

2020-03-19_1_giorno_pMG_perche_la_vostra_gioia_sia_piena.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Esercizi Spirituali – Loreto 27-29 dicembre 2019

27 dicembre 2019

«… Rallègrati …».

2019-12-27_Venerdi_pMG_Catechesi_n_1_P_Illirico_Loreto.mp3

«… lo sguardo di Giovanni …».

Lettura del vangelo secondo Giovanni 20, 2-8

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala corse e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!».
Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte.
Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.

2019-12-27_Venerdi_pMG_Omelia_Basilica_Inferiore_Madonna_di_Loreto.mp3

«… il verbo della vita …».

2019-12-27_Venerdi_Adorazione_Basilica_Inferiore_Madonna_di_loreto.mp3

28 dicembre 2019

«… la gioia di un incontro …».

2019-12-28_Sabato_pMG_Catechesi_N_2_P_Illirico_Loreto.mp3

«… la cultura di Erode  …».

Lettura del vangelo secondo Matteo 2, 13-18

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo».
Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Dall’Egitto ho chiamato mio figlio».
Quando Erode si accorse che i Magi si erano presi gioco di lui, si infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme e in tutto il suo territorio e che avevano da due anni in giù, secondo il tempo che aveva appreso con esattezza dai Magi.
Allora si compì ciò che era stato detto per mezzo del profeta Geremìa: «Un grido è stato udito in Rama, un pianto e un lamento grande: Rachele piange i suoi figli e non vuole essere consolata,
perché non sono più».

2019-12-28_Sabato_pMG_Omelia_dalla_Basilica_inferiore_Loreto.mp3

«… lo Spirito di paressia …».

2019-12-28_Sabato_pMG_Catechesi_n_3_P_Illirico_Loreto.mp3

29 dicembre 2019

«… la santità …».

2019-12-29_Domenica_pMG_Catechesi_N_4_P_Illirico_Loreto.mp3

«… sentieri interrotti …».

Lettura del vangelo secondo Matteo 2,13-15.19-23

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo».
Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Dall’Egitto ho chiamato mio figlio».
Morto Erode, ecco, un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe in Egitto e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre e va’ nella terra d’Israele; sono morti infatti quelli che cercavano di uccidere il bambino».
Egli si alzò, prese il bambino e sua madre ed entrò nella terra d’Israele. Ma, quando venne a sapere che nella Giudea regnava Archelao al posto di suo padre Erode, ebbe paura di andarvi. Avvertito poi in sogno, si ritirò nella regione della Galilea e andò ad abitare in una città chiamata Nàzaret, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo dei profeti: «Sarà chiamato Nazareno».

2019-12-29_Domenica_pMG_Omelia_dalla_Basilica_Inferiore_Loreto.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Le Beatitudini

9-16 novembre Rossano Calabro – Esercizi Spirituali 

padre Massimo

dal Monastero delle Monache Agostiniane

1_Inizio_Esercizi_Spirituali

2_Desiderio_a_chi_parla_Gesu

Mt. 5,1-12Vedendo le folle, Gesù salì sulla montagna e, messosi a sedere, gli si avvicinarono i suoi discepoli.Prendendo allora la parola, li ammaestrava dicendo:

 «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.

3_Gesu_parla_all_uomo_intero

Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
4_Beati_quelli_che_piangono
Beati i miti, perché erediteranno la terra.

5_Beati_i_miti

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.

6_Beati_quelli_che_hanno_fame_e_sete_della_giustizia

 Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.

7_Beati_i_misericordiosi

Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.

8_Beati_i_puri_di_cuore

Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.

9_Beati_gli_operatori_di_pace

Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. – Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi.

10_2019-11_Beati_i_perseguitati_per_la_giustizia

 

Conclusione Esercizi Spirituali


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Medugorje 2019 omelie

img_6132.jpg

 

Omelia di giovedì 4 luglio 2019 – Medugorje

 

Omelia di sabato 6 luglio 2019  – chiesa parrocchiale di San Giacomo, Medugorje

 

Omelia di domenica 7 luglio 2019  – santuario Maria della Vittoria (TS)
conclusione del pellegrinaggio

 

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Medugorje 2019 catechesi

img_6086.jpg

 

3 luglio 2019  (durante il viaggio in pullman)

Commento al Vangelo del giorno San Tommaso Apostolo

20190703 commento vangelo san tommaso apostolo

 

Catechesi 1 – giovedì 4 luglio

 

Catechesi 2 – venerdì 5 luglio

 

Catechesi 3 – sabato 6 luglio

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Medugorje 2019 Podbrdo

img_6113.jpg

Salita sulla collina delle apparizioni, meditando i misteri della Gioia.

Sabato 6 luglio 2019.

 

1. L’annuncio dell’angelo a Maria

 

2. La visita ad Elisabetta

 

3. La nascita di Gesù

 

4. La presentazione al tempio

 

5. Il ritrovamento di Gesù

 

 

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Medugorje 2019 Krizevack

img_6063-1.jpg

Salita sul monte della Croce, meditando le stazioni della Via Crucis.

Venerdì 5 luglio 2019.

 

1° stazione

 

2° stazione

 

3° stazione

 

4° stazione

 

5° stazione

 

6° stazione

 

7° stazione

 

8° stazione

 

9° stazione

 

10° stazione

 

11° stazione

 

12° stazione

 

13° stazione

 

14° stazione

 

15° stazione

 

 

 

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Pellegrinaggio a Medjugorje 2019

1 «… io sono con te, Rallègrati …».

Lettura del Vangelo secondo Luca 1,26-38

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.

1-2019-07-03_Catechesi_Mercoledi_pMG_Pellegrinaggio_a_Medjugorje

2 «… nel cuore di Maria …».

2-2019-07-03_Catechesi_Mercoledi_pMG_Pellegrinaggio_a_Medjugorje

3 «… Eccomi …».

3-2019-07-03_Catechesi_Mercoledi_pMG_Pellegrinaggio_a_Medjugorje

4 «… l’amore che trasforma …».

Lettura del Vangelo secondo Luca1, 39-48

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.  Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta.  Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo  ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!  A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo.  E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». Allora Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

4-2019-07-07_Catechesi_Domenica_pMG_Pellegrinaggio_Medjugorje

 

 

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Pellegrinaggio al Santuario della Madonna di San Luca

alcuni momenti del pellegrinaggio di Sabato 06 aprile a Bologna

«… l’eredità ….

Catechesi di padre Massimo di Sabato 06 Aprile 2019 –  al termine del Pellegrinaggio al  Santuario della Madonna di San Luca – Bologna – Vangelo del Rito Romano  – Giovanni  16, 16-28.

2019-04-06_Sabato_pMG_Catechesi_pellegrinaggio_Bologna

«… chiediamo alla Madonna un cuore come il suo, semplice …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni  7, 40-53

In quel tempo, all’udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui.
Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui. Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!».
Allora Nicodèmo, che era andato precedentemente da Gesù, ed era uno di loro, disse: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Gli risposero: «Sei forse anche tu della Galilea? Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!». E ciascuno tornò a casa sua.

Omelia di padre Massimo di Sabato 06 Aprile 2019 –  dal  Santuario della Madonna di San Luca – Bologna – Vangelo del Rito Romano  – Giovanni  7, 40-53.

2019-04-06_Sabato_pMG_Omelia_pellegrinaggio_San_Luca_Bologna

sotto il manto di Maria
sotto il manto di Maria

«… io sono con te tutti i giorni della vita …».

Padre Massimo – inizio del cammino a piedi verso il Santuario di San Luca . (Il portico di San Luca è il più lungo del mondo e misura 3.796 metri ed è formato da 666 arcate e 489 scalini. Il portico parte dal centro di Bologna e conduce fino alla cima del Colle della Guardia, dove si trova il Santuario della Madonna di San Luca).

2019-04-06_Sabato_pMG_in_cammino_verso_il_Santuario_di_San_Luca_Bologna

«… Maria, prendi per mano tutti noi …».

Padre Massimo – in viaggio da Milano a Bologna

2019-04-06_Sabato_pMG_preghiera_in_pullman_Milano_Bologna_

«… il Santuario ci ricorda …».

Padre Massimo – in viaggio da Milano a Bologna

2019-04-06_Sabato_pMG_preghiera_in_pullman_Milano_Bologna


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Loreto 2018

Esercizi spirituali dal 28 al 30 dicembre
Santa Famiglia

«… un bacio a Maria…».

Fine degli esercizi Spirituali Omelia di Padre Massimo dalla Basilica Inferiore di Loreto – Domenica 30 Dicembre 2018  – ore 15 – Vangelo del Rito Romano – Luca 2, 41-52.

2018-12-30_Loreto_pMG_Omelia_Basilica_Inferiore_ore_15

Tutti per l'Emmanuel
Tutti per l’Emmanuel

Il 22 settembre 2016, nel viaggio verso Milano, è nata l’idea di dare vita all’Associazione “Tutti per l’Emmanuel”. L’Associazione si occupa di bambini con difficoltà e con il contributo di tante persone generose, riesce ad essere vicina in modo concreto ai bambini meno fortunati e alle loro famiglie. Un grazie di cuore a Padre Massimo, che instancabilmente, ha sempre gettato seme buono su tutti i tipi di terreno, e a tutti i sostenitori.

Tutti per l’Emmanuel – Associazione di Volontariato: – 62029 Tolentino – iscritta al Registro Regionale con Decreto n. 3 del 13 gennaio 2017 – L. 266/1991, L.R. 15/2012, D.G.R. 1789 e smi – C.F. 92027780433

IBAN poste italiane Tolentino: IT16Z0760113400001036325114 – n. di c/postale 1036325114 – email: tuttiperlemmanuel@gmail.com

2018-12-30_Loreto_presentazione_dell_Associazione

«… amore praticato …».

Preghiera di lode e catechesi di Padre Massimo  di Domenica 30 Dicembre  2018 – ore 09 – Palazzo Illirico di Loreto – premessa alla presentazione dell’Associazione Tutti per l’Emmanuel.

2018-12-30_Loreto_pMG_Catechesi_Palazzo_Illirico_ore_09

«… un briciolo del tuo amore …».

Adorazione di Padre Massimo dalla Basilica Inferiore di Loreto – Sabato 29 Dicembre 2018 – ore 21.

2018-12-29_Loreto_pMG_Adorazione_dalla_Basilica_Inferiore_ore_21

«… Figlio dell’uomo, Figlio di Dio …».

Omelia di Padre Massimo dalla Basilica Inferiore di Loreto – Sabato 29 Dicembre 2018  – ore 18 – Vangelo del Rito Romano – Luca 2, 41-52.

2018-12-29_Loreto_pMG_Omelia_dalla_Basilica_Inferiore

«… sterilità, fecondità, generazione …».

Rosario e catechesi di Padre Massimo  di Sabato 29 Dicembre 2018 – Palazzo Illirico di Loreto – misteri della gioia – Vangelo di Luca 1, 39-45 – ore 16.

2018-12-29_Loreto_pMG_Catechesi_Palazzo_Illirico_ore_16

«… nell’oceano dell’amore …».

Preghiera di lode e catechesi di Padre Massimo  di Sabato 29 Dicembre  2018 – ore 09 – Palazzo Illirico di Loreto.

2018-12-29_Loreto_pMG_Catechesi_Palazzo_Illirico_ore_09

«… misteri della gloria …».

Rosario e catechesi di Padre Massimo dal Palazzo Illirico di Loreto – Venerdì 28 Dicembre 2018 – ore 21. 

2018-12-28_Loreto_Palazzo_Illirico_pMG_Rosario

Santi Innocenti

«… custodire la nostra fede dall’Erode che è dentro di noi …».

Omelia di Padre Massimo dalla Basilica Inferiore di Loreto – Venerdì 28 Dicembre 2018  – ore 18 –  Vangelo del Rito Romano – Matteo 2, 13-18.

2018-12-28_Loreto_pMG_Omelia_dalla_Basilica_Inferiore

«… giustificato turbamento …».

Inizio Esercizi Spirituali – Preghiera di lode e catechesi di Padre Massimo – Venerdi 28 Dicembre 2018 – ore 16 – Palazzo Illirico di Loreto – Vangelo del Rito Romano – Luca 1, 26-38.

2018-12-28_Loreto_pMG_Catechesi_Auditorium_Palazzo_Illirico_ore_16


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather