Domenica di Pentecoste

n. 83 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-31_Domenica_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=283632139688805&sfnsn=scwspmo&extid=83Ad6a2uLM0PCru9&d=n&vh=i

«… la pienezza della vita pasquale …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 14, 15-20

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre, lo Spirito della verità, che il mondo non può ricevere perché non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete perché egli rimane presso di voi e sarà in voi. Non vi lascerò orfani: verrò da voi. Ancora un poco e il mondo non mi vedrà più; voi invece mi vedrete, perché io vivo e voi vivrete. In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi».

Catechesi di padre Massimo di Domenica 31  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  14, 15-20.

2020-05-31_Domenica_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… la dilatazione della Pasqua …».

Omelia di padre Massimo di Domenica 31  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  14, 15-20.

2020-05-31_Domenica_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Sabato della VII settimana di Pasqua

n. 82 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-30_Sabato_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=281621983223154&sfnsn=scwspmo&extid=Ha9NWxhdxEVBizB6&d=n&vh=i

«… anima vivificante …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 16, 5-14

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Ora vado da colui che mi ha mandato e nessuno di voi mi domanda: “Dove vai?”. Anzi, perché vi ho detto questo, la tristezza ha riempito il vostro cuore. Ma io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Paràclito; se invece me ne vado, lo manderò a voi. E quando sarà venuto, dimostrerà la colpa del mondo riguardo al peccato, alla giustizia e al giudizio. Riguardo al peccato, perché non credono in me; riguardo alla giustizia, perché vado al Padre e non mi vedrete più; riguardo al giudizio, perché il principe di questo mondo è già condannato. Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».

Catechesi di padre Massimo di Sabato 30  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  16, 5-14.

2020-05-30_Sabato_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… la verità tutta intera …».

Omelia di padre Massimo di Sabato 30  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  16, 5-14.

2020-05-30_Sabato_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Venerdì della VII settimana di Pasqua

santi Sisinio, Martirio, Alessandro,  e Vigilio

n. 81 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-29_Venerdi_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=280850763300276&sfnsn=scwspmo&extid=mISXjbvCC4psHmva&d=n&vh=i

«… amare come Gesù ci ha detto …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 16, 5-11

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Ora vado da colui che mi ha mandato e nessuno di voi mi domanda: “Dove vai?”. Anzi, perché vi ho detto questo, la tristezza ha riempito il vostro cuore. Ma io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Paràclito; se invece me ne vado, lo manderò a voi. E quando sarà venuto, dimostrerà la colpa del mondo riguardo al peccato, alla giustizia e al giudizio. Riguardo al peccato, perché non credono in me; riguardo alla giustizia, perché vado al Padre e non mi vedrete più; riguardo al giudizio, perché il principe di questo mondo è già condannato».

Catechesi di padre Massimo di Venerdì 29  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  16, 5-11.

2020-05-29_Venerdi_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia__S_Rita_Milano.mp3

«… presenza viva …».

Omelia di padre Massimo di Venerdì 29  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  16, 5-11.

2020-05-29_Venerdi_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Giovedì della VII settimana di Pasqua

n. 80 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-28_Giovedi_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=280064663378886&sfnsn=scwspmo&extid=ReM1chzkFm97s77Q&d=n&vh=i

«… amare come Gesù ci ha detto  …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 15, 18-21

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

Catechesi di padre Massimo di Giovedì 28  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  15, 18-21.

2020-05-28_Giovedi_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… virtù provata …».

Omelia di padre Massimo di Giovedì 28  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  15, 18-21.

2020-05-28_Giovedi_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3



Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Mercoledì della VII settimana di Pasqua

n. 79 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-27_Mercoledi_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=279340476784638&sfnsn=scwspmo&extid=lSNTjk2XAhSzsIhF&d=n&vh=i

«… la sostanza del nostro essere …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 15, 12-17

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri».

Catechesi di padre Massimo di Mercoledì 27  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  15, 12-17.

2020-05-27_Mercoledi_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… la sintesi di tutta la sua persona …».

Omelia di padre Massimo di Mercoledì 27  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni  15, 12-17.

2020-05-27_Mercoledi_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Martedì della VII settimana di Pasqua

san Filippo Neri

n. 78 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-26_Martedi_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=278641603521192&sfnsn=scwspmo&extid=40iFmA9WD2arxQGi&d=n&vh=i

«… la speranza che non delude …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 15, 9-11

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».

Catechesi di padre Massimo di Martedì 26  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni 15, 9-11.

2020-05-26_Martedi_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… un gioco d’amore …».

Omelia di padre Massimo di Martedì 26  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni 15, 9-11.

2020-05-26_Martedi_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

I bambini come Davide, con la cetra e con la fionda contro il Covid-19 Golia

per vedere il video della Consacrazione dei Bambini al Cuore di Maria, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=278388930213126&sfnsn=scwspmo&extid=iutuC0QkjeVKJpmk&d=n&vh=i

«… un saluto cordiale di padre Massimo a tutti i partecipanti all’iniziativa di preghiera: “i bambini, con la cetra e con la fionda, come Davide contro Golia”, (COVID-19) …».

2020-04-02_Preghiera_dei_bambini_con_la_cetra_e_con_la_fionda_pMG_.mp3

“Un dolcissimo sorriso di Laura”

Insieme agli ormai 100 bimbi del gruppo “I bambini come Davide”, che pregano insieme ogni giorno, c’è una bimba assai speciale.
Si chiama Laura, detta affettuosamente Lauretta.

Lei però non si collega su Zoom, come fanno tutti gli altri meravigliosi bimbi. Lei prega con loro direttamente dalle braccia di Gesù e Maria: Lauretta, infatti, è in Paradiso.

Quando la sua mamma ha saputo del nostro gruppo di preghiera, ha deciso che ogni giorno, alle 12 e alle 20, accende un cero di fianco alla sua foto, cosicché la piccola Laura, dal Cielo, possa pregare per noi e con noi.

Che lei si sia unita alla nostra preghiera, non è affatto un caso. Quando era su questa terra, Laura amava tre cose sopra a tutto: l’Eucaristia, la Madonna e la preghiera dei bambini!
Un suo grande sogno, infatti, era quello che tutti i bambini del mondo pregassero insieme e che consacrassero il proprio cuore alla Vergine Maria e a Gesù. Come faceva lei stessa in un gruppo chiamato Armata Bianca.

Laura, inoltre, amava moltissimo la Chiesa e il Santo Padre. E fu proprio Giovanni Paolo II, senza saperlo, a confermare nel suo cuore quel grande desiderio di preghiera.

Poco prima della partenza di Lauretta per il Cielo, infatti, in una lettera dedicata ai più piccoli, il Santo Padre scrisse:
“Bambini! Il Papa conta molto sulle vostre preghiere. Dobbiamo pregare insieme e molto, affinché l’umanità, formata da diversi miliardi di esseri umani, diventi sempre più la famiglia di Dio, e possa vivere nella pace”.
(Giovanni Paolo II, lettera ai bambini, 1994)

Ma perché san Giovanni Paolo II teneva tanto alla preghiera dei bambini?
Lui stesso lo spiegò così:
“Non possiamo trascurare il ruolo dei bambini nella Chiesa. Non possiamo non parlarne con grande affetto. Sono il sorriso del cielo affidato alla terra. Sono i veri gioielli della famiglia e della società. Sono la delizia della Chiesa. Sono come i “gigli del campo”, dei quali Gesù diceva che “neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro” (Mt 6, 28-29). Sono i prediletti di Gesù, e la Chiesa, il Papa non possono non sentir vibrare nel proprio cuore, per loro, i sentimenti di amore del cuore di Cristo”.

E alla fine il Papa concluse:
“Mi è spontaneo concludere con una espressione incisiva del mio predecessore san Pio X. Motivando l’anticipo dell’età della Prima Comunione egli diceva: “Ci saranno dei santi tra i fanciulli”. I santi ci sono effettivamente stati. Ma noi possiamo oggi aggiungere: “Ci saranno degli apostoli tra i fanciulli”.
(Catechesi sull’Apostolato dei laici, 1994)

Ebbene, poco tempo dopo queste sante parole, Laura offrendo tutta la sua vita a Gesù e Maria, tornò gioiosa alla casa del Padre. Alla mamma lasciò un compito: FATE PREGARE I BAMBINI!

Laura

«… invito alle mamme, ai papà, alle maestre, ai maestri, alle catechiste e ai catechisti  a far pregare insieme i bambini per i malati e perché cessi l’epidemia …».

1 Samuele 17, 44-47

… e il Filisteo disse a Davide: “Vieni qua ch’io dia la tua carne agli uccelli del cielo e alle bestie de’ campi”.

Allora Davide rispose al Filisteo: “Tu vieni a me con la spada, con la lancia e col giavellotto; ma io vengo a te nel nome dell’Eterno degli eserciti, dell’Iddio delle schiere d’Israele che tu hai insultato.

Oggi l’Eterno ti darà nelle mie mani, e io ti abbatterò, ti taglierò la testa, e darò oggi stesso i cadaveri dell’esercito de’ Filistei agli uccelli del cielo e alle fiere della terra; e tutta la terra riconoscerà che v’è un Dio in Israele; e tutta questa moltitudine riconoscerà che l’Eterno non salva per mezzo di spada né per mezzo di lancia; poiché l’esito della battaglia dipende dall’Eterno, ed egli vi darà nelle nostre mani”.

2020-03-31_i_bambini_come_Davide_con_la_cetra_e_con_la_fionda_contro_il_covid-19_Golia.mp3 

Da mercoledì 1 aprile, parte una nuova iniziativa che abbiamo chiamato: “Davide contro Golia. I bambini che lottano, con la cetra e con la fionda, contro il Covid-19”.

Si tratta di un momento di preghiera comunitario in cui i bambini potranno ritrovarsi insieme a pregare (con i genitori), attraverso l’utilizzo di Zoom, un social network che consente di collegarsi tutti in diretta contemporaneamente.
(In fondo trovate le indicazioni tecniche).

L’idea nasce dalla famosa lotta del Re Davide contro Golia: il nostro Golia oggi è il Covid-19, mentre Davide sono i nostri bambini.
Di fronte a Golia, un gigante così attrezzato di armi e di potenza umana, Davide vince nel nome del Signore, lottando con la cetra e con la fionda.
Esattamente così saranno i nostri bambini, che lotteranno con la forza della preghiera contro il Virus, che sta colpendo a morte tutto il mondo.

Tutti i giorni ci saranno due momenti di preghiera:
– A mezzogiorno: “I bambini con la cetra”, pregheranno per la GUARIGIONE.
Ci saranno delle intenzioni particolari segnalate di volta in volta e poi, ovviamente, ci saranno le intenzioni che ciascun bambino porta nel cuore.

– Alle ore venti: “I bambini con la fionda”, pregheranno CONTRO IL VIRUS Covid-19, e lotteranno affinché questa peste venga debellata da Dio.

La preghiera sarà semplice e diretta: 1 Ave Maria, 1 Padre Nostro e 1 Angelo di Dio.
LA PREGHIERA DEI BAMBINI E’ POTENTE DAVANTI A DIO E ATTIRA FIUMI DI GRAZIE!

INFORMAZIONI TECNICHE:

Chi desidera essere contattato per la recita della preghiera deve   iscriversi  al gruppo:   “la preghiera  dei bambini”:  Tel. 3492183176 e seguire le istruzioni di seguito indicate.

PRIMO PASSO
Scaricare il programma ZOOM, gratuito e compatibile con ogni dispositivo.
Per chi non lo avesse già, consigliamo di guardare il seguente tutorial e seguire passo-passo le indicazioni contenute.
Ecco il tutorial: https://youtu.be/5B7SSW-zcGE

SECONDO PASSO
Una volta scaricato il progamma, potrete accedere alla “stanza virtuale” dove ci sarà il momento di preghiera comunitario in diretta.

COME?
Semplicemente cliccando sul link che vi manderemo, volta per volta, sul gruppo Wapp.

QUANDO?
Ogni giorno i momenti di preghiera saranno due: a mezzogiorno e alle ore venti. Pochi minuti prima di ogni appuntamento in diretta, riceverete sul gruppo Wapp un link: cliccandoci su questo link entrerete direttamente nella “stanza virtuale” dove pregheremo insieme.

ATTENZIONE 1: Per ogni nuovo incontro di preghiera il link inviato sarà diverso, quindi dovrete cliccate sempre e solo sull’ultimo link ricevuto su wapp.

ATTENZIONE 2: E’ importante tenersi pronti agli orari d’appuntamento indicati ed entrare in stanza subito, non appena riceverete il link su Wapp. Questo affinché possiamo essere tutti collegati contemporaneamente e senza ritardi, che con i bambini sarebbero difficilmente gestibili. GRAZIE di cuore per l’attenzione che certamente avrete!

Questa iniziativa di preghiera che parte dal cuore di Padre Massimo e dalla comunità agostiniana del Santuario di Santa Rita a Milano, è replicabile da chiunque, in qualsiasi città e Paese del mondo.
Ci auguriamo che i gruppi di Preghiera dei Bambini “Davide contro Golia” diventeranno più contagiosi del Covid-19!

 

 


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Lunedì della VII settimana di Pasqua

Visti i problemi tecnici che si sono verificati con Facebook durante la preghiera notturna del 24, vi invitiamo a iscrivervi su Youtube x arrivare a 1000 utenti, e avere così la sicurezza di un canale di collegamento in diretta durante la preghiera. Fatelo quanto prima: Youtube la faretra 2020 e cliccare su iscriviti.

* * *

S. Dionigi, vescovo

n. 77 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-25_Lunedi_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=277887686929917&sfnsn=scwspmo&extid=sTFZL3KslJ2t11vW&d=n&vh=i

«… il digiuno dal virus del male …».

Lettura del Vangelo secondo Matteo 9, 14-15

In quel tempo. Si avvicinarono al Signore Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno».

Catechesi di padre Massimo di Lunedì 25  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Matteo 9, 14-15.

2020-05-25_Lunedi_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… Dio ti ha pensato dal cielo …».

Omelia di padre Massimo di Lunedì 25  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Matteo 9, 14-15.

2020-05-25_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

per vedere il video della Santa  Messa , cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=278068853578467&sfnsn=scwspmo&extid=Na23TpWd8ICgMGPB&d=n&vh=i


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Ascensione del Signore

VII Domenica dopo Pasqua

n. 76 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-24_Domenica_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10222642257634942&id=1527785399&sfnsn=scwspmo&extid=aNI12vwXfE6jT3Q6&d=n&vh=i

«… il germoglio della speranza …».

Lettura del Vangelo secondo Luca 24, 13-35

In quello stesso giorno due discepoli del Signore Gesù erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto. Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano impediti a riconoscerlo. Ed egli disse loro: «Che cosa sono questi discorsi che state facendo tra voi lungo il cammino?». Si fermarono, col volto triste; uno di loro, di nome Clèopa, gli rispose: «Solo tu sei forestiero a Gerusalemme! Non sai ciò che vi è accaduto in questi giorni?». Domandò loro: «Che cosa?». Gli risposero: «Ciò che riguarda Gesù, il Nazareno, che fu profeta potente in opere e in parole, davanti a Dio e a tutto il popolo; come i capi dei sacerdoti e le nostre autorità lo hanno consegnato per farlo condannare a morte e lo hanno crocifisso. Noi speravamo che egli fosse colui che avrebbe liberato Israele; con tutto ciò, sono passati tre giorni da quando queste cose sono accadute. Ma alcune donne, delle nostre, ci hanno sconvolti; si sono recate al mattino alla tomba e, non avendo trovato il suo corpo, sono venute a dirci di aver avuto anche una visione di angeli, i quali affermano che egli è vivo. Alcuni dei nostri sono andati alla tomba e hanno trovato come avevano detto le donne, ma lui non l’hanno visto». Disse loro: «Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E, cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui. Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti, egli fece come se dovesse andare più lontano. Ma essi insistettero: «Resta con noi, perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto». Egli entrò per rimanere con loro. Quando fu a tavola con loro, prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero. Ma egli sparì dalla loro vista. Ed essi dissero l’un l’altro: «Non ardeva forse in noi il nostro cuore mentre egli conversava con noi lungo la via, quando ci spiegava le Scritture?». Partirono senza indugio e fecero ritorno a Gerusalemme, dove trovarono riuniti gli Undici e gli altri che erano con loro, i quali dicevano: «Davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone!». Ed essi narravano ciò che era accaduto lungo la via e come l’avevano riconosciuto nello spezzare il pane.

Catechesi di padre Massimo di Domenica 24  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Luca 24, 13-35.

2020-05-24_Domenica_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

«… la forza di Dio …».

Lettura del Vangelo secondo Luca 24, 36b-53

In quel tempo. Il Signore Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi ». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. Ed ecco, io mando su di voi colui che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto». Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su, in cielo. Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio.

Omelia di padre Massimo di Domenica 24  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Luca 24, 36b-53.

2020-05-24_Domenica_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3

per vedere il video della Santa Messa, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=277619430290076&sfnsn=scwspmo&extid=pI96IayZUfnXlTwG&d=n&vh=i


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather

Sabato dopo l’Ascensione

n. 75 «… preghiera notturna di padre Massimo …».

2020-05-23_Sabato_pMG_preghiera_notturna.mp3

per vedere il video della preghiera notturna, cliccare sul link

https://m.facebook.com/groups/217561849629168?view=permalink&id=276343200417699&sfnsn=scwspmo&extid=e0GQpOj7b6l0iTvB&d=n&vh=i

«… la bontà e la generosità di Gesù …».

Lettura del Vangelo secondo Giovanni 15, 1-8

In quel tempo. Il Signore Gesù disse ai suoi discepoli: «Io sono la vite vera e il Padre mio è l’agricoltore. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo taglia, e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Voi siete già puri, a causa della parola che vi ho annunciato. Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può portare frutto da se stesso se non rimane nella vite, così neanche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli».

Catechesi di padre Massimo di Sabato 23  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Giovanni 15, 1-8.

2020-05-23_Sabato_pMG_Catechesi_dalla_Parrocchia_S_Milano.mp3

«… l’architetto dell’universo è il Verbo di Dio …».

Lettura del Vangelo secondo Luca 24, 36b-53

In quel tempo. Il Signore Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Sconvolti e pieni di paura, credevano di vedere un fantasma. Ma egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa, come vedete che io ho». Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi. Ma poiché per la gioia non credevano ancora ed erano pieni di stupore, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?». Gli offrirono una porzione di pesce arrostito; egli lo prese e lo mangiò davanti a loro. Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi ». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. Ed ecco, io mando su di voi colui che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto». Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su, in cielo. Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio.

Omelia di padre Massimo di Sabato 23  maggio 2020 – dalla Parrocchia S. Rita – Milano –  Vangelo del rito Ambrosiano – Luca 24, 36b-53 – Messa vigiliare di Domenica 24.05.2020.

2020-05-23_Sabato_Messa_Vigiliare_di_Domenica_24_pMG_Omelia_dalla_Parrocchia_S_Rita_Milano.mp3


Condividi con:
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmailby feather